Perché i professionisti non riescono a diventare Imprenditori?

Contributo e considerazioni postate sul gruppo di discussione LinkedIn – Family Business Network Group.

Gruppo di Discussione Linkedin

Qualche settimana fa ho partecipato a un interessante forum su linkedin all’interno del Gruppo Family Business Network in merito al fallimento dei professionisti che voglio diventare imprenditori.

Il mio intervento è stato come replica circa le differenze tra imprenditore e dipendente. Ho voluto rendere disponibile la versione in lingua italiana del mio pensiero sull’argomento.

“Se consideriamo come principale differenza tra l’essere dipendente o imprenditore quella legata a una maggior sicurezza sociale e una garanzia economica (i dipendenti ricevono mensilmente la busta paga, indipendentemente dal risultato dell’azienda a fine mese) questa differenza si sta sempre più riducendo. Nel senso che l’insuccesso di un’impresa ha ridotto sensibilmente il tempo in cui questo avrà un effetto negativo nel tempo sulla sorte del dipendente.

Nessuno può infatti prevedere come sarà il domani e se questo sarà esente da rischi o meno. Ancor più un dipendente può sentirsi oggi sicuro circa il fatto che tra qualche anno sarà ancora a lavorare nella stessa azienda e conservare il proprio posto di lavoro.

Abbiamo assistito al crollo di aziende famose, al fallimento di brillanti imprenditori, che in seguito a decisioni strategiche sbagliate o all’insuccesso nel cambio generazionale hanno chiuso. In ciascuno di questi casi il fallimento è stato sia per gli imprenditori che per i loro dipendenti.

Quello che voglio far notare è che oggigiorno il rischio tra fare l’imprenditore e quello di lavorare come dipendente si è ridotto di molto”.

Secondo me invece, la caratteristica che contraddistingue un imprenditore è la perseveranza e la focalizzazione sull’obiettivo. Ma la cosa più importante è il saper imparare dagli errori. In particolare analizzare e comprendere le cause che hanno provocato l’insuccesso di business e di altri imprenditori. Questa potrebbe essere una buona lezione per chi decida di iniziare a creare la propria impresa.

2017-02-07T15:34:54+01:00